Il co-fondatore e CTO di Casa, Jameson Lopp, è un autoproclamato Bitcoin Monetary Maximalist. Inoltre, è curioso di conoscere gli altcoin. In un post del 30 agosto, ha avvertito il pubblico di non prendere troppo alla lettera le interazioni online sulle crittocurrenze.

Anche se Lopp non vede altre opzioni sul mercato

Anche se Lopp non vede altre opzioni sul mercato che possano competere efficacemente con la proposta di denaro solido e sicuro di Bitcoin, pensa anche che altri crittografi possano portare valori diversi che Bitcoin Revolution non può portare. Possono digitalizzare i beni e fornire anche funzionalità non finanziarie.

In particolare, Lopp ha consigliato un progetto a catena di blocco costruito sull’Etereum. Egli ritiene che il potenziale del progetto introdurrà molte opportunità di crittografia e di sicurezza per gli investitori retail e istituzionali. Tuttavia, ha anche avvertito che non vi è alcuna garanzia che la società si rivelerà redditizia. Ha insistito:

„Mentre i detentori di gettoni INX hanno la garanzia di ricevere una parte del flusso di cassa positivo netto cumulativo (noto anche come „profitto“) non c’è ovviamente alcuna garanzia che INX Limited diventi redditizia. Le persone sui social media tendono a generare polemiche per guadagnare peso. Chiunque stia considerando un investimento dovrebbe fare la sua ricerca!“.

La stessa cosa vale per gli altri commenti che Lopp ha fatto su altri progetti di blockchain o crypto diversi da bitcoin. Ha detto che qualsiasi cosa abbia messo in giro su diverse piattaforme di social media, non conta come una qualsiasi forma di raccomandazione di investimento.

L’opinione di Lopp

Lopp, insieme ad altri massimalisti Bitcoin, è stato accusato di scellino INX. Per ora, INX è stato autorizzato dalla US Securities and Exchange Commission. Lopp ritiene che il Bitcoin sia la migliore risorsa monetaria del mondo. Ma, è ancora aperto all’uso di altre piattaforme crittografiche quando se ne presenta il desiderio o la necessità.

Ha persino suggerito di dare una nuova „etichetta“ a individui che hanno convinzioni come „Pragmatico Bitcoin“, nella speranza che ci siano critiche minime da parte del pubblico nel prendere alla lettera ciò che dice.

„Non importa che tipo di Bitcoiner tu sia. Puoi essere un massimalista, un pragmatico, un tossicomane, un tossimista, uno stronzo o un multimiliardario. Non sono estraneo alle critiche, agli attacchi e persino alle minacce sui social media. Non ho alcun interesse a impegnarmi nell’autocensura semplicemente per soddisfare i test di purezza di specifici sottoinsiemi dei miei seguaci. Suggerisco di prendere le interazioni online che si vedono con un granello di sale“.